I cellipieni - dolcetti natalizi-




Confettura d'uva Montepulciano o "scrucchijata", cannella, mandorle e cioccolato sono gli ingredienti che noi abruzzesi usiamo per la preparazione dei dolci natalizi. Si trovano anche in questi "cillipin" uccelli pieni, che si realizzano puntualmente ogni anno. Anche se la storia narra che venivano preparati in occasione delle nozze per simboleggiare il volo della sposa dalla casa paterna.


La pasta che li avvolge è la più semplice e antica, le nostre nonne la preparano ad occhio, senza bilancia perchè in base ai liquidi viene inserita la farina e quando l'impasto è bello sodo è pronto per la stesura.


La protagonista di questi dolcetti è sicuramente la confettura d'uva che per l'occasione viene acconciata a festa, si aggiungono biscotti tritati, mandorle, cioccolato e cannella e in cottura il profumo inebria tutta la casa facendo sognare la mente prima che il palato.


La mia versione è una delle tante, a seconda della provincia infatti si aggiungono o tolgono ingredienti, ma il sapore è sempre delizioso.


Per la pasta:

180 ml di olio di semi

140 g di vino bianco

2 cucchiai di zucchero

un pizzico di sale

Per la farcia:

100 g di cioccolato fondente

100g di mandorle tostate

100 g di biscotti secchi

350 g di marmellata d'uva


Formare una fontana con la farina ed aggiungere al centro l'olio, il vino, lo zucchero e il pizzico di sale. impastare bene, formare un panetto e lasciarlo riposare qualche minuto. Nel frattempo preparate la farcia con le mandorle tostate e tritate grossolanamente così come i biscotti, il cioccolato tagliato a pezzetti piccolissimi e la marmellata d'uva. Mischiate bene.

Ora stendete l'impasto ricavate dei cerchi con l'aiuto di un taglia pasta o con un bicchiere, mettete al centro un po' di farcia, chiudete a raviolo e poi unite i lembi, come un tortello.

sistemateli su una placca da forno e cuocerli a 180° per 20 minuti.



English version:

Montepulciano grape jam or "scrucchijata", cinnamon, almonds and chocolate are the ingredients that people from Abruzzo use for the preparation of Christmas sweets. The same ingredients are also found in these "cillipin"(stiffed “birds”), which are carried out on time every year. Even if the story tells that they were prepared for the wedding to symbolize the bride's flight from the paternal home.


The dough that wraps them is the simplest and most ancient, our grandmothers prepare it by eye, without scales because the flour is inserted based on the liquids and when the dough is nice and firm it is ready for drafting.


The protagonist of these sweets is certainly the grape jam which is decorated for the occasion, chopped biscuits, almonds, chocolate and cinnamon are added and in cooking the scent embraces the whole house making the mind dream before the palate.


My version is one of many, depending on the province of Abruzzo, in fact, ingredients are added or removed, but the taste is always delicious.


Ingredients for the dough:

180 ml of seed oil

140 g of white wine

2 tablespoons of sugar

a pinch of salt


Ingredients for the filling:

100 g of dark chocolate

100g of toasted almonds

100 g of dry biscuits

350 g of grape jam


Make a fountain with the flour and add the oil, wine, sugar and a pinch of salt in the center. knead well, form a dough and let it rest for a few minutes. In the meantime, prepare the filling with the roasted and coarsely chopped almonds as well as the biscuits, the chocolate cut into very small pieces and the grape jam. Mix well.

Now roll out the dough and make circles with the help of a pasta cutter or with a glass, put a little filling in the center, close in ravioli and then add the edges, like a tortello.

Place them on a baking sheet and cook at 180 degrees for 20 minutes.