• vischettimary

La Cicerchiata


La Cicerchiata è un dolce molto diffuso nel centro e nel sud Italia, con piccole differenze a seconda dei luoghi. In Abruzzo, viene preparata nel periodo di Carnevale e la sua origine e diffusione viene fatta risalire all'area del Sangro. Avrete bisogno di un pochino di pazienza per fare le palline, ma vi assicuro che ne vale la pena, perché la Cicerchiata è davvero deliziosa!


La Cicerchiata è facile da fare ed è un dolce semplice e genuino, come la maggior parte dei dolci della mia regione. L’impasto, che è simile a quello delle frappe, viene fatto a palline e poi fritto. Le palline vengono poi tuffate in uno sciroppo di miele profumato con bucce di agrumi e si forma una ciambella oppure una cupola con le palline ricoperte di miele. L'ultimo tocco sono gli zuccherini colorati e poi la Cicerchiata è pronta per essere gustata!

RICETTA DELLA CICERCHIATA


PER LE CICERCHIE DI PASTA

225 g di farina 0

2 uova

2 cucchiai di zucchero

2 cucchiai di olio di semi o di oliva leggero

1 cucchiaio di liquore anice

un pizzico di sale

olio di arachide per friggere q.b

PER L'AMALGAMA

100 g di miele millefiori

50 g di zucchero

la buccia grattugiata di 1/2 limone e 1/2 arancia, non trattati

confettini colorati per decorare


Preparate le cicerchie di pasta. Mettete la farina, lo zucchero e il sale in una ciotola, mescolate e fate una fontana al centro. Aggiungete le uova, l'olio e il liquore anice. Sbattete con una forchetta, amalgamando man mano la farina. Versate poi un un piano di lavoro e impastate con le mani. dovete ottenere un panetto ben amalgamato, compatto ma morbido. Coprite il panetto e lasciate riposare per una ventina di minuti.

Riprendete il panetto e formate dei serpentelli come quando fate gli gnocchi. Tagliate degli gnocchetti, infarinateli e metteteli su un vassoio o sulla spianatoia.

Nel frattempo che fate le cicerchie di pasta, mettete a scaldare abbondante olio per friggere. Quando l'olio è pronto, friggete le palline poche per volta, fino a doratura leggera. Mettetele ad asciugare sopra della carta assorbente. Una volta fritte tutte le palline, tenetele da parte.

Preparate l'amalgama. Scaldate insieme il miele, lo zucchero e la scorza degli agrumi su fiamma medio bassa, fino a quando diventa schiumoso. A questo punto, tuffateci dentro le palline che avete fritto e girate delicatamente per rivestirle tutte di miele e zucchero. Cuocete per 5 minuti, mescolando sempre e poi versate sulla carta forno. Con le mani bagnate di acqua oppure con il dorso di un cucchiaio, date la forma alla vostra cicerchiata. Formate una ciambella oppure una forma a cupola.

Decorate subito con gli zuccherini colorati.


ENGLISH VERSION

Cicerchiata is a very common sweet in central and southern Italy, with little differences according to the places. In Abruzzo, it is prepared during the carnival period and its origin is traced back to the Sangro area. You will need a little bit of patience to make the balls, but I assure you that it is worth it, because Cicerchiata is really delicious!


Cicerchiata is easy to make and it is a simple, wholesome dessert, like most desserts from my region. The dough, which is similar to frappe, is made into balls and then fried. The balls are then dipped in a honey based syrup, scented with citrus peels and a doughnut or dome is formed with the balls covered in honey. Colored sprinkles are the last touch and then Cicerchiata is ready to be enjoyed!


CICERCHIATA RECIPE


FOR THE DOUGH:


225 g all purpous flour

2 eggs

2 tablespoons sugar

2 tablespoons vegetable oil or light olive oil

1 tablespoon anise liqueur

a pinch of salt

peanut oil for frying q.b

FOR THE SYRUP

100 g honey

50 g of sugar

grated zest of 1/2 organic lemon and ½ organic orange

colored sprinkles to decorate


Prepare the dough. Put the flour, sugar and salt in a bowl, mix and make a well in the center. Add the eggs, oil and anise liqueur. Beat with a fork, gradually mixing in the flour. Pour onto a work surface and knead with your hands. You should obtain a well-blended, compact but soft dough. Cover the dough and let it rest for about twenty minutes.

Take the dough and form it into small snakes, like when you make gnocchi. Cut small pieces of dough, flour them and place them on a tray or pastry board.

While you make the tiny “gnocchi”, heat oil for frying. When the oil is ready, fry the balls a few at a time, until lightly golden. Put them to dry on absorbent paper. Once all the balls are fried, set them aside.

Prepare the syrup. Heat together the honey, sugar and citrus zest over medium low heat until it becomes foamy. At this point, dip in the balls you fried and gently turn to coat them all in honey and sugar. Cook for 5 minutes, stirring constantly, and then pour onto parchment paper. With your hands wet with water or with the back of a spoon, shape your cicerchiata to form a doughnut or a dome shape.

Decorate immediately with colored sprinkles.